FONDO NUOVE COMPETENZE: NUOVA OPPORTUNITA’ PER I DATORI DI LAVORO

Studio Buscema e Associati - Catanzaro - News - FONDO NUOVE COMPETENZE: NUOVA OPPORTUNITA’ PER I DATORI DI LAVORO

Con l’art. 88 comma 1 del Decreto Legge Rilancio il Governo ha introdotto il Fondo Nuove Competenze, uno strumento che rappresenta una opportunità per riqualificare il capitale umano presente in azienda in una prospettiva di rafforzamento delle competenze e di ripresa.

Il FNC rappresenta inoltre un’alternativa all’utilizzo della cassa integrazione permettendo, dunque, un risparmio del costo del lavoro ed alcontempo un aiuto concreto per adeguarsi ai nuovi modelli organizzativi e produttivi.

Finalità del FNC:
Consente di poter rimodulare l’orario di lavoro, in via temporanea, destinando una parte alla formazione e riqualificazione dei propri dipendenti.

Le ore di formazione sono a carico del FNC gestito da ANPAL.

Vantaggi: I lavoratori interessati alla formazione non subiranno riduzione della retribuzione e l’azienda avrà una riduzione del costo del lavoro.

Modalità di funzionamento:
I datori di lavoro privati entro il 30 giugno 2021 devono:

  1. individuare i lavoratori da formare e le ore da destinare alla formazione (massimo 250 per singolo percorso);
  2. individuare i fabbisogni formativi, le competenze da acquisire per riprendere l’attività e colmare le carenze dei propri dipendenti in ragione dell’introduzione di innovazioni tecnologiche, organizzative, di processo di prodotto;
  3. sottoscrivere un accordo sindacale di rimodulazione dell’orario di lavoro;
  4. inoltrare istanza all’ANPAL;
  5. erogare direttamente o indirettamente la formazione. Nel primo caso l’azienda dovrà evidenziare nell’accordo sindacale il possesso dei requisiti tecnici, fisici e professionali adeguati per lo svolgimento della formazione e del progetto.

IMPORTANTEIl FNC finanzia la retribuzione ed i relativi contributi INPS per le ore di formazione, con esclusione delle mensilità aggiuntive, del TFR e del costo della formazione.

Lo Studio è pronto ad assistervi per consentirvi di cogliere appieno le opportunità descritte: dalla consulenza, all’assistenza nella fase di relazione sindacale per la stipula dell’accordo collettivo; dall’assistenza nella redazione dell’accordo collettivo, alla fase di presentazione della pratica all’Anpal; dall’assistenza per le attività formative alla rendicontazione finale.

Le attività formative devono essere svolte entro 90 giorni dalla data di approvazione della domanda da parte di ANPAL.

 

Studio Buscema e Associati